Isola Il ritrovamento di Yara tre anni fa Inchiesta al capolinea, resta il mistero – Corriere.it

Sono passati tre anni da quel freddo sabato 26 febbraio del 2011, quando un appassionato di aeroplanini chiamò trafelato il 113 della questura di Bergamo perché in un campo di Chignolo d’Isola, vicino a una zona industriale e a una discoteca, aveva trovato il corpo di una ragazzina. Era Yara Gambirasio, la ginnasta di 13 anni che la protezione civile con decine di volontari, i vigili del fuoco, la polizia, i carabinieri, stavano cercando da tre mesi esatti, da quel 26 novembre in cui doveva rientrare a casa dalla palestra di Brembate Sopra, dove aveva portato un registratore alle compagne di ginnastica. 800 metri a piedi, un percorso quotidiano che la inghiottì nel mistero, per mano di un uomo che non ha ancora un nome, e nemmeno un volto, solo un codice: «Ignoto 1», così si chiama il suo profilo genetico, estratto dal Ris di Parma grazie a due piccole tracce di sangue trovate sugli slip e sui leggings neri di Yara.

viaIl ritrovamento di Yara tre anni fa Inchiesta al capolinea, resta il mistero – Corriere.it.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...